29-30 Giugno | Rugbisti a sostegno della Valle

“Il rugby, cosi’ come la musica, deve servire ad uno scopo,
deve essere un qualcosa di piu’ ampio di se stessa.
Deve servire un pezzo di umanita’.”
( P. Casals violoncellista.)
“Da tempo ci dicevamo che sarebbe stato bello fare un torneo di rugby no tav, perche’ noi rugbyst@ siamo profondamente legati alla terra, essa ci accoglie tra le sue braccia dopo un placcaggio, ci sostiene nelle mischie, ci da’ rifugio nelle ruck, per noi il fango non e’ una cosa sporca, ma un elemento che attenua le botte, che annulla le differenze, nel fango ci ritroviamo fratelli seppur con maglie di colori diversi. La cosa piu’ importante nel gioco del rugby e’ il sostegno, l’appoggio dei compagni, la mutua solidarieta’, quello che ogni giorno vediamo in Val Susa.”
E così dopo Venaus, Firenze e Catania, il torneo Rugbyst@ a Sostegno della Valle arriva a Roma, momenti che hanno unito e continuano ad unire tutt@ senza colori né bandiere ma con gli stessi valori, le stesse intenzioni, la stessa voglia di resistenza: non ci sono squadre precostituite ma singol@ rugbyst@ da varie citta’ e regioni italiane.


Il movimento No-Tav, da più di vent’anni tenacemente in trincea, è ormai divenuto il modello di riferimento di tutti quei movimenti di resistenza territoriale, come i NOMUOS, i NO INC, il comitato “NO ILVA” di Taranto, nel quale si riconoscono gruppi di cittadini accomunati da una diverse idea della gestione del territorio e della politica, la cui cattiva gestione è simboleggiata dal tentativo di realizzare delle grandi opere inutili e distruttive per i nostri territori e la nostra salute, pensate non per la collettività ma solo per l’interesse di lobby affaristiche e speculative.
L’edizione romana sarà caratterizzata dalle Valliadi, le prime “olimpiadi notav”, un momento coinvolgente e provocatorio che, attraverso alcune discipline, vuole ricordare come la resistenza in Val Susa passa da una difesa attiva dei territori nei confronti di uno stato sempre più assente, se non attraverso atti di violenza e repressione.
A Sara’ Düra.

All Reds Rugby Roma
L.O.A. Acrobax
PROGRAMMA

SABATO 29 giugno

Dalle 16 in poi accoglienza presso il L.O.A. Acrobax, via della vasca navale 6 Roma

ore 19.00 presentazione del libro, A SARA’ DURA a cura dell’Askatasuna.

ore 21.00 cena popolare

ore 22.30 concerto (gli artisti li stiamo definendo ma ci saranno sorprese)

POSSIBILTA DI CAMPEGGIARE CON TENDE ED EVENTUALI CAMPER, o di pernottare al coperto , portarsi sacchi a pelo.

DOMENICA 30 giugno

ore 9:00 Ritrovo

ore 9.30/10 inizio del torneo di rugby

ore 14.00 terzo tempo

ore 17 00 Valliadi, la prima edizione delle olimpiadi Notav

Quota d’iscrizione al torneo €15, in cui sono compresi terzo tempo e maglietta, ed il restante andrà interamente in val susa come sostegno alla lotta NOTAV

Share

I commenti sono chiusi.