24 Novembre | 15 anni di Acrobax Acrobax Project

Lunedì 5 Maggio ore 9.30 | Presidio solidale @Tribunale di Roma Piazzale Clodio

Categoria Contributi, Libertà di movimento | Commenti disabilitati su Lunedì 5 Maggio ore 9.30 | Presidio solidale @Tribunale di Roma Piazzale Clodio

Dopo la manifestazione del 12 Aprile attualmente 4 ragazzi sono ancora agli arresti domiciliari, come disposto dal Gip durante gli interrogatori di convalida. Per tutti quanti è stato disposto il divieto di comunicazione con l’esterno, e solo uno di loro è stato autorizzato a frequentare le lezioni poichè studente liceale. Lunedì 5 Maggio alle ore 9.30 si terrà il riesame delle misure cautelari e saremo per questo in presidio a piazzale Clodio poichè con le accuse di resistenza e lesioni da oltre venti giorni questi ragazzi stanno pagando il prezzo di aver scelto di scendere in piazza insieme ad altre migliaia e migliaia di persone, di non accettare inermi la devastazione delle loro vite.

Le tante piazze piene il Primo Maggio in molte città italiane, la resistenza e la tenacia con cui tante e tanti hanno affrontato sgomberi di occupazioni abitative, cariche ai cortei, arresti, ci mostrano con sempre più evidenza che Simon, Ugo, Matteo e Nico non sono soli. In tutto il territorio nazionale quotidianamente migliaia di uomini e di donne scelgono di non accettare più di abbassare la testa, di non credere più alle false promesse che vengono dai nostri governanti, di non accontentarsi di qualche briciola elargita dal capo del Governo per riuscire a mandare giù una pillola che parla di precarietà, tagli al welfare, distruzione di una qualsiasi prospettiva di futuro.

Per questo continueremo a mobilitarci, a partire dal vicino corteo cittadino del 12 Maggio a Roma fino al corteo a Torino in occasione del vertice europeo sulla disoccupazione giovanile che ci sarà l’11 Luglio.

Il 12aprile c’eravamo tutt@

Share
Martedi 15 Aprile | Presidio per gli arrestati del 12 Aprile

Martedi 15 Aprile | Presidio per gli arrestati del 12 Aprile

Categoria 12 Aprile, Libertà di movimento, Manifestazioni | Commenti disabilitati su Martedi 15 Aprile | Presidio per gli arrestati del 12 Aprile

Oggi ore 19 al Gianicolo presidio solidale: liberi tutti, liberi subito! #libertàdimovimento

Durante la grande manifestazione nazionale di sabato scorso, che si è snodata per le vie del centro di Roma,  per contestare il Governo Renzi e in particolare il piano casa e il jobs act si è espressa una composizione meticcia e ribelle che non vuole accettare in silenzio le politiche di austerity che ci vogliono invece silenti e addomesticati mentre decidono sulle nostre vite! Tutte e tutti insieme abbiamo gridato la nostra rabbia! Perchè il 12 Aprile a via Veneto c’eravamo tutti!

Share
Mercoledì 16 Aprile | Presidio sotto Regina Coeli ore 11.00

Mercoledì 16 Aprile | Presidio sotto Regina Coeli ore 11.00

Categoria Contributi, Libertà di movimento | Commenti disabilitati su Mercoledì 16 Aprile | Presidio sotto Regina Coeli ore 11.00

La violente cariche in piazza Barberini di sabato scorso e il silenzio assordante della politica istituzionale volto più a condannare quel minimo di rabbia sociale espressa piuttosto che prendere posizione sulla vera  faccia di un paese reale impoverito dai processi di precarizzazione che anche il Governo Renzi  vuole continuare a portare avanti, indicano che ormai l’interesse di chi è al Governo è solo quella di avere mano libera per attuare le proprie strategie senza tenere in considerazione le istanze sociali.

Share
I diritti, la rabbia e i pompieri

I diritti, la rabbia e i pompieri

Categoria Contributi, Diritto all'abitare, Libertà di movimento | Commenti disabilitati su I diritti, la rabbia e i pompieri

Articolo del collettivo TerraRivolta sullo sgombero dell’occupazione del NeetBloc di lunedi 7 aprile.

Lunedi come TerraRivolta eravamo in strada con i compagn@ del neetblok e altre realtà cittadine per il diritto all’abitare e contro la precarietà. Questo è il resoconto, una cronaca, una nostra fotografia. C’erano il sole e i sorrisi delle persone presenti sotto lo stabile appena occupato di via del Commercio in zona Ostiense.

Share
7 Aprile. Occupazione del Neet Bloc e sgombero immediato

7 Aprile. Occupazione del Neet Bloc e sgombero immediato

Categoria Diritto all'abitare, Libertà di movimento | Commenti disabilitati su 7 Aprile. Occupazione del Neet Bloc e sgombero immediato

7 Aprile. Il neonato progetto Neet Bloc occupa uno stabile abbandonato in Via del Commercio. La polizia sgombera l’occupazione poco dopo in modo violento.

Share
Sabato 5 Aprile | Diritto alla Resistenza, nella Valle che non si arresta

Sabato 5 Aprile | Diritto alla Resistenza, nella Valle che non si arresta

Categoria Archivio Iniziative, Beni Comuni & Territori, Libertà di movimento | Commenti disabilitati su Sabato 5 Aprile | Diritto alla Resistenza, nella Valle che non si arresta

IL 5 aprile serata per il Diritto alla Resistenza NOTAV.

Dalle 18 aperitivo dibattito e proiezione documentario «Fermarci è impossibile».

Cena dalle 20.

Share
1 marzo Roma è meticcia! Chiudiamo il CIE di Ponte Galeria

1 marzo Roma è meticcia! Chiudiamo il CIE di Ponte Galeria

Categoria Antifascismo, Libertà di movimento | Commenti disabilitati su 1 marzo Roma è meticcia! Chiudiamo il CIE di Ponte Galeria

Il 15 febbraio un corteo meticcio composto da migliaia di persone si è preso le strade di Ponte Galeria per chiedere la chiusura del Centro di Identificazione ed Espulsione. Un lager in cui migliaia di migranti sono stati detenuti nel corso degli anni senza aver commesso alcun reato, soltanto a causa della mancanza di un regolare permesso di soggiorno. Un luogo ben nascosto dagli occhi della città, che sembrava irraggiungibile e inaccessibile. Un luogo illegittimo che i movimenti hanno violato in maniera determinata e di massa.

Share
26 Marzo | Magno, bevo...e lotto contro sto treno

26 Marzo | Magno, bevo…e lotto contro sto treno

Categoria Archivio Iniziative, Beni Comuni & Territori, Libertà di movimento | Commenti disabilitati su 26 Marzo | Magno, bevo…e lotto contro sto treno

Continua la campagna Magno, Bevo e LOTTO CONTRO STO TRENO!

Mercoledì 26 Marzo accomodatevi alla Pizzeria Acrobatica dell’ ex cinodromo della capitale in Via della Vasca Navale, 6

Dopo più di 20 anni di resistenza popolare, la lotta NO TAV è diventata la lotta di tutti e tutte… coloro che si battono contro la follia devastatrice di questo sistema basato sui profitti. Ma una lotta forte non può che dare fastidio a quelle istituzioni la cui unica funzione è proprio proteggere quei profitti. Perciò in questi anni in tutta Italia e non solo, centinaia di persone stanno facendo i conti in vari modi con la repressione…e con le relative spese legali!

Share
Libertà per tutti gli arrestati di Roma, Napoli e della Valsusa

Libertà per tutti gli arrestati di Roma, Napoli e della Valsusa

Categoria Contributi, Libertà di movimento | Commenti disabilitati su Libertà per tutti gli arrestati di Roma, Napoli e della Valsusa

Il 13 febbraio 2014, a Roma, alle prime luci dell’alba decine di agenti si sono presentati sotto diverse occupazioni abitative per prelevare 17 attivisti a cui hanno notificato 7 arresti domiciliari e 10 obblighi di firma per aver partecipato alla manifestazione del 31 ottobre, con capi di imputazione che vanno dall’adunata sediziosa alla resistenza pluriaggravata e perfino alla rapina. Una manifestazione che è stata un momento di grande partecipazione popolare che voleva raggiungere la Conferenza Stato-Regioni che discuteva di politiche abitative ripetendo lo slogan “una sola grande opera: casa e reddito per tutti/e”.

Share
Le lotte sociali non si arrestano! Liberare tutti vuol dire lottare ancora!

Le lotte sociali non si arrestano! Liberare tutti vuol dire lottare ancora!

Categoria Beni Comuni & Territori, Contributi, Libertà di movimento | Commenti disabilitati su Le lotte sociali non si arrestano! Liberare tutti vuol dire lottare ancora!

Il percorso meticcio a cui hanno dato vita le giornate nazionali del 18 e 19 Ottobre  “Una sola grande opera: casa e reddito per tutti!” ha dato nuova energia e consapevolezza alle lotte e ai conflitti che in tutti i territori di questo martoriato paese uniscono i  mille volti della precarietà generalizzata con cui dobbiamo fare i conti nella quotidianità delle nostre vite.  In questi giorni numerose “misure cautelari” hanno colpito decine di attivisti, dai  disoccupati e precari napoletani ai facchini di Bologna, fino alle accuse pesantissime mosse verso i compagni dei movimenti per il diritto all’abitare romani. Si tenta così di indebolire e destabilizzare un movimento composto da migliaia di persone, che dalla Val di Susa a Palermo lottano giorno dopo giorno per strappare pezzetti di reddito e di dignità sociale, attraverso pratiche di riappropriazione diretta, di rivendicazione sui posti di lavoro, di resistenza  agli sfratti, attraverso la difesa dei territori contro le speculazioni e le privatizzazioni, contro questo modello di sviluppo.  I riflettori sono puntati sulle bagarre parlamentari, per la terza volta in un anno cambia il presidente del consiglio, in realtà per non cambiare niente.

Share