Renoize 2017 Acrobax Project

Giovedi 13 febbraio | Tutt* liber* Tutt* in piazza – Dalla Valle alla metropoli le lotte non si arrestano

Categoria Contributi, Libertà di movimento | Commenti disabilitati su Giovedi 13 febbraio | Tutt* liber* Tutt* in piazza – Dalla Valle alla metropoli le lotte non si arrestano
rage-300x15513 febbraio: l’assedio continua
 
I movimenti sociali rispondono in piazza agli arresti avvenuti a Roma e a Napoli questa mattina.
 
 Questa mattina, a Roma, alle prime luci dell’alba decine di agenti si sono presentati sotto diverse occupazioni abitative per prelevare 17 attivisti a cui hanno notificato 7 arresti domiciliari e 10 obblighi di firma per aver partecipato alle giornate di lotta contro l’austerity e la precarietà dell’autunno scorso. In particolare ai 17 attivisti viene contestata la partecipazione alla manifestazione del 31 ottobre, con capi di imputazione che vanno dall’adunata sediziosa alla resistenza pluriaggravata e perfino alla rapina. Si è trattato di un momento di grande partecipazione popolare che, in continuità con l’assedio di Porta Pia del 19 ottobre, voleva raggiungere la Conferenza Stato-Regioni che discuteva di politiche abitative. In particolare lo stesso ministro Lupi aveva rimandato al 31 ottobre la decisione sul blocco generalizzato degli sfratti e sulle necessità di politiche abitative pubbliche poste dai movimenti nell’incontro avvenuto al ministero delle Infrastrutture, riassumibili nello slogan “una sola grande opera: casa e reddito per tutti/e”. L’assedio del 31 ottobre sotto a Palazzo Chigi ha ottenuto l’autorizzazione a spostarsi sotto la sede della Conferenza ma è poi stato arbitrariamente fermato e caricato a via del Tritone. Quei momenti di tensione, che hanno visto i manifestanti tutti a volto scoperto rivendicare i propri diritti,  sono stati tradotti in un impianto accusatorio tutto politico finalizzato a criminalizzare anche preventivamente le prossime iniziative di lotta, a partire dal corteo di sabato prossimo contro il CIE di Ponte Galeria.
Share
Domenica 16 Febbraio | Editoria in movimento: No Macero, No Tav

Domenica 16 Febbraio | Editoria in movimento: No Macero, No Tav

Categoria Antò Libreria in movimento, Archivio Iniziative, Cultura indipendente, Libertà di movimento | Commenti disabilitati su Domenica 16 Febbraio | Editoria in movimento: No Macero, No Tav

Domenica 16 febbraio si svolgerà l’inaugurazione di Antò – Libreria e Centro di Documentazione in movimento (spazio Tunnel, ex Cinodromo) dedicato ad Antonio Salerno Piccinino. Alla base del progetto c’è la necessità di cominciare un percorso di condivisione di saperi che abbia veramente un respiro aperto e non identitario e che preveda momenti continuativi di studio, ricerca e discussione autogestiti. Il percorso è appena iniziato, tutto è ancora da costruire e speriamo di poterlo fare insieme a tutt* voi. Durante la giornata organizzeremo una vendita di libri che s’inserisce all’interno dellacampagna #MaceroNo lanciata da Derive Approdi e altre case editrici, inaugurata ad Antò il 31 Dicembre: salviamo dal macero centinaia di libri (di DeriveApprodi, Meltemi, DuePunti edizioni, Manifesto Libri ed Eleuthera) per rivenderli a 3 euro l’uno. Inoltre presenteremo, insieme a DeriveApprodi, il corso da noi organizzato “Editoria in Movimento: il mercato editoriale italiano e le pratiche di autogestione dagli anni ’70 ad oggi” che comincerà il 7 Marzo per una durata di  un mese per due lezioni a settimana (mercoledì e venerdì dalle 18 alle 20).

Share
17 GENNAIO -  ONGI ETORRI! BEN TORNATI LANDER E AINGERU!

17 GENNAIO – ONGI ETORRI! BEN TORNATI LANDER E AINGERU!

Categoria Archivio Iniziative, Libertà di movimento | Commenti disabilitati su 17 GENNAIO – ONGI ETORRI! BEN TORNATI LANDER E AINGERU!

ONGI ETORRI tradotto dal basco vuol dire BENTORNAT@.  Anche Acrobax darà il benvenuto al ritorno di Lander e Aingeru a Roma. Per mandare un messaggio solidale e ribelle al paese basco e a tutt@ i\le prigionier@, ma anche per rompere il muro di silenzio e vergogna che in Europa esiste intorno al conflitto basco, di cui il nostro paese è complice, non ultimo avendo concesso l’estradizione di Lander alla Spagna, insomma come ci insegnano i baschi sarà un momento di martxa eta borroka, di lotta e di allegria!

ONGI ETORRI EZ DA DELITUA
ONGI ETORRI NON E’ UN REATO

ongi etorri ez da delitua! 

Venerdì 17 gennaio alle ore 18 L.go delle Sette Chiese poi ci sposteremo tutt@ all’ Acrobax Via della Vasca Navale,6

Share

Diritto alla Resistenza NO TAV Liber*

Categoria Beni Comuni & Territori, Contributi, Libertà di movimento | Commenti disabilitati su Diritto alla Resistenza NO TAV Liber*

A poche ore dalla conclusione del partecipato convegno “Diritto alla Resistenza” organizzato a Bussoleno dal movimento NoTav, ci troviamo di fronte all’ennesimo attacco contro alcun* compagn* da parte della Procura di Torino, arrestati la mattina del 9 Dicembre tra Milano e Torino perchè attiv* nella lotta contro il treno ad alta velocità.

Share
Sabato 21 Dicembre | Cena Benefit per le spese legali del 15 Ottobre | Alle ore 20 * Valerio Mastandrea interpreta “Gola” di Mattia Torre

Sabato 21 Dicembre | Cena Benefit per le spese legali del 15 Ottobre | Alle ore 20 * Valerio Mastandrea interpreta “Gola” di Mattia Torre

Categoria 15 Ottobre, Archivio Iniziative, Libertà di movimento | Commenti disabilitati su Sabato 21 Dicembre | Cena Benefit per le spese legali del 15 Ottobre | Alle ore 20 * Valerio Mastandrea interpreta “Gola” di Mattia Torre

Per la libertà di movimento e di conflitto sempre complici e solidali

15/10/11 Io c’ero, e tu?

Se uno lancia un sasso, il fatto costituisce reato. Se vengono lanciati mille sassi, diventa un’azione politica. Se si da fuoco a una macchina, il fatto costituisce reato. Se invece si bruciano centinaia di macchine, diventa un’azione politica. La protesta è quando dico che una cosa non mi sta bene. Resistenza è quando faccio in modo che quello che adesso non mi piace non succeda più.

Share
La libertà non si paga, si strappa giorno dopo giorno!

La libertà non si paga, si strappa giorno dopo giorno!

Categoria 15 Ottobre, Contributi, Libertà di movimento | Commenti disabilitati su La libertà non si paga, si strappa giorno dopo giorno!

Lunedì 4 novembre si è svolta la quinta udienza del processo in primo grado per i fatti del 15 ottobre 2011.

In un aula sempre troppo piccola per contenere i numerosi avvocati delle parti civili e soprattutto dei 18 imputati più tutti  i compagni e le compagne e le sempre troppo numerose forze dell’ordine presenti all’udienza si è svolta una lunga udienza durante la quale sono stati sentiti 5 testi  del Pubblico Ministero Minisci.

In particolare in questa udienza è stato sentito il Dottor Guiso che all’epoca dei fatti era in forze presso il commissariato Trevi Campo Marzio sulla gestione di Piazza san Giovanni. Poi sono stati sentiti 2 dipendenti dell’Elite sito in via Cavour, uno degli ispettori che si è occupato delle intercettazioni relative all’imputato Vecchiolla e il maresciallo Petrone che in questa udienza è stato ascoltato solo rispetto alla posizione di Mauro Gentile mentre la prossima volta verrà ascoltato relativamente a quella di Spinelli.

Share
#31O il presente si riconquista a spinta!

#31O il presente si riconquista a spinta!

Categoria Contributi, Libertà di movimento | Commenti disabilitati su #31O il presente si riconquista a spinta!

Una sola grande opera: casa e reddito per tutti/e

L’avevamo annunciato che la storia non sarebbe finita a porta pia il #19O, ma che proprio da quella giornata di mobilitazione saremmo partiti nella costruzione di un processo sociale che nell’allargamento e nel protagonismo trova il suo baricentro sostanziale. Così ancora una volta oggi le strade del centro di Roma hanno provato a riempirsi con la stessa composizione eterogenea che ha caratterizzato il 19O, che, in continuità con il 19O stesso, insiste e continua a sperimentare le medesime pratiche e parole d’ordine della #sollevazione e dell’#assedio.

Share
 #19o tutti liberi, tutte libere. Non siamo noi a dovercene andar via

#19o tutti liberi, tutte libere. Non siamo noi a dovercene andar via

Categoria 19 Ottobre, Contributi, Libertà di movimento | Commenti disabilitati su #19o tutti liberi, tutte libere. Non siamo noi a dovercene andar via

E’ di poche ore la notizia della scarcerazione dei sei compagn* arrestati durante il corteo del 19 ottobre a Roma e detenuti per 5 giorni con l’accusa di resistenza pluriaggravata. Il Gip non ha convalidato gli arresti perché non esistono reali e tangibili prove accusatorie che dimostrino una partecipazione attiva agli scontri, nonostante il pm abbia provato a far passare come prova l’avere scritto sul braccio il numero del supporto legale. Agli avvocati che si sono resi disponibili per difendere i manifestanti va tutto il nostro rispetto e la nostra gratitudine. Al pm che promette ricorsi possiamo solo dire di rassegnarsi perché questa volta il giochino di risolvere tutto in un problema di ordine pubblico non ha decisamente funzionato.

Share
Venerdì 20 settembre / Presidio Antifascista per Pavlos ore 17.00 Piazza dell’Immacolata (San Lorenzo)

Venerdì 20 settembre / Presidio Antifascista per Pavlos ore 17.00 Piazza dell’Immacolata (San Lorenzo)

Categoria Antifascismo, Contributi, Libertà di movimento | Commenti disabilitati su Venerdì 20 settembre / Presidio Antifascista per Pavlos ore 17.00 Piazza dell’Immacolata (San Lorenzo)

Nella notte tra il 17 e il 18 settembre 2013, vicino Atene, un gruppo di neonazisti di Alba Dorata ha ucciso Pavlos Fyssas, altrimenti noto come Killah P, un rapper e militante antagonista.

Share
Terrorismo: il bue che dice cornuto all'asino

Terrorismo: il bue che dice cornuto all’asino

Categoria Beni Comuni & Territori, Contributi, Libertà di movimento | Commenti disabilitati su Terrorismo: il bue che dice cornuto all’asino
A soli pochi giorni dai sette arresti del 19 Luglio scorso, un’ulteriore alzata di testa degli stessi pm Torinesi (Padalino e Rinaudo) capitanati dal procuratore capo Caselli e in complicità con la Digos di Torino, ha colpito questa mattina all’alba la valle che resiste.
Decine di perquisizioni nelle case di No tav torinesi e del comitato popolare di Bussoleno oltreche nel locale La Credenza,sempre di Bussoleno, storico ed simbolico luogo della lotta NoTav dove nacque il primo comitato popolare della lotta contro l’alta velocità. Perquisizioni e 12 avvisi di garanzia  mossi, per la prima volta nella storia del ventennale movimento No tav, dall’infame articolo 280 comma 1.
“Attentato con finalità terroristiche ed eversive” è la nuova formula egregiamente costruita ad hoc dalla magistratura torinese in combutta con gli interessi economici dei partiti “democratici” per colpire chi a testa alta porta avanti la difesa del futuro della valle e della sua popolazione, oggi esperienza comune di resistenza contro la devastazione e la speculazione finanziaria sui territori.
Share