Acrobax Project
Domenica 8 Marzo | SOCIAL MARKET/mercatino contadino e street food

Domenica 8 Marzo | SOCIAL MARKET/mercatino contadino e street food

Continuano gli appuntamenti con il Social Market ad Acrobax.
Un mercato contadino per aprire un nuovo spazio nel territorio di distribuzione di prodotti enogastronomici, con vendita diretta dei contadini e produttori; ma anche un modo per parlare di quella stessa produzione agricola e non solo. Ad esempio delle speculazioni sulla terra e sui territori e le possibili alternative.

Share
Sabato 14 Marzo | Mnemosyne Techno Music & Art Performing

Sabato 14 Marzo | Mnemosyne Techno Music & Art Performing

“MNEMOSYNE” [ MADRE di tutte le ARTI ] è un evento di musica elettronica e arti performative prodotto da MissAnthoPeak Project cuore dell’iniziativa.
MissAnthroPeak Pj è un progetto “pilotato” unicamente da donne prende forma nel 2006 con l’intento di promuovere la figura femminile nel mondo del dijing e delle arti performative in genere.
Un team di artiste che da molti anni perseguono la loro passione per la musica e si distinguono non solo per le doti sul palco ma anche per la cura e la promozione di eventi che ospitano artisti da tutto il mondo.

Share
3 Marzo | Presidio a Regina Coeli #maiconsalvini

3 Marzo | Presidio a Regina Coeli #maiconsalvini

Martedi 3 Marzo ore 9 a Lungotevere altezza Regina Coeli presidio in occasione dell’udienza di convalida per i fermati della manifestazione di venerdi scorso 27 febbraio a Piazzale Flaminio.

#liberitutti

 

Share
Acrobax Project

Acrobax Project

Ex Cinodromo. Dal 2002 Laboratorio del Precariato Metropolitano.

Share
Expo: torna il partito della paura e ci affoga di debito, cemento e precarietà

Expo: torna il partito della paura e ci affoga di debito, cemento e precarietà

Dopo qualche giorno dal 1° maggio, prendiamo parola e lo facciamo a seguito di una condivisione collettiva della piazza milanese a cui, con determinazione, abbiamo partecipato. Una mobilitazione ricca e condivisa da migliaia di persone, frutto di un lavoro lungo e approfondito che i compagni di attitudine no expo – alcuni peraltro di vecchia data e di cui non abbiamo mai dubitato della generosità nell’incentivare percorsi di lotta virtuosi – hanno svolto nei propri territori e in lungo e in largo per tutta Italia. Nei loro occhi in questi mesi abbiamo visto la generosità, umana e politica, di chi prova a mettere a disposizione una data in un percorso più ampio e nell’ottica della collettività di tutti e per tutti.

Share
Anche a Piazza del Campidoglio #maiconsalvini

Anche a Piazza del Campidoglio #maiconsalvini

Oggi mercoledì 25 febbraio Matteo Salvini si è presentato in piazza del Campidoglio per la conferenza stampa di lancio del comizio di sabato prossimo in piazza del popolo.La piazza presidiata fin dalla mattina è stata evacuata poco prima del suo arrivo, ma chi era riuscito a rimanere nella piazza ha spontaneamente iniziato a contestarlo.Poco dopo seppur fermate e alcune identificate un “pericolosissimo” gruppo di donne, precarie, studentesse, mamme ha contestato con dei cartelli di carta Matteo Salvini.

Share
Il 28 febbraio a Roma guardando all’Europa: #MaiConSalvini come laboratorio di pratiche contro l’austerity e il fascismo

Il 28 febbraio a Roma guardando all’Europa: #MaiConSalvini come laboratorio di pratiche contro l’austerity e il fascismo

Giunti ormai al settimo anno del ciclo di crisi economica apertosi con la falla nel mercato del credito americano, i processi di ristrutturazione avviati nel Vecchio continente si stanno dispiegando tanto sul terreno della produzione, del mercato del lavoro e del welfare, quanto su quello della politica.

Con la transizione dal ventennio berlusconiano al governo delle larghe intese guidato da Matteo Renzi, il paese si è lasciato alle spalle non solo qualsiasi opzione rappresentativa a sinistra, in grado di proporre una rottura del quadro istituzionale all’altezza della sfida che il sistema della Troika e la Bce hanno lanciato ai diritti dei precarizzati e degli indebitati. A mutare radicalmente è stato anche il fronte della destra, con la frammentazione del Pdl e con le varie componenti della vecchia maggioranza berlusconiana in competizione per raccoglierne l’eredità.

Share
Proseguono le intimidazioni della Questura di Roma nei confronti dei nostri compagni

Proseguono le intimidazioni della Questura di Roma nei confronti dei nostri compagni

Nella giornata di domenica mentre si chiudeva all’ex-cinodromo la tre giorni dello Strikemeeting, M., attivista del Loa Acrobax, è stato convocato dai Carabinieri per la notifica del famigerato articolo 1, rottame poliziesco degli anni ’50 lasciatoci in eredità dall’allora ministro dell’Interno Tambroni.

In pochi mesi, è la seconda volta che un nostro compagno viene raggiunto da questo provvedimento, un lasso di tempo nel quale non sono per altro mancate perquisizioni e le consuete convocazioni in Questura.

Share
Verso il 28 febbraio, ripetiamo con forza #MaiConSalvini !

Verso il 28 febbraio, ripetiamo con forza #MaiConSalvini !

#MaiConSalvini !

Dalla seconda assemblea che si è svolta all’università La Sapienza si è continuata ad evidenziare quella ricchezza qualitativa che ha caratterizzato il primo incontro pubblico.

Tutti gli interventi hanno evidenziato innanzitutto di voler costruire un corteo di massa e determinato contro l’avanzata xenofoba e razzista che il secondo Matteo della Repubblica sta mettendo in campo.

Share
Giovedi 19 Febbraio | Visioni dal mondo: dai fatti di Ayotzinapa alla solidarietà internazionale.

Giovedi 19 Febbraio | Visioni dal mondo: dai fatti di Ayotzinapa alla solidarietà internazionale.

A poco più di un mese dalla fine del 1° Festival Mondiale delle Resistenze e delle Ribellioni Contro il Capitalismo, vogliamo contribuire alla creazione di momenti di approfondimento e di riflessione critica su ciò che sta accadendo in Messico.
I fatti di Ayotzinapa sono stati assunti formalmente da EZLN come caso paradigmatico dal quale emergono molte delle contraddizioni che lacerano la supposta democrazia messicana. Migliaia di desaparecidos. Oggi. Non nelle dittature militari di cui la storia del Latinoamerica si costituisce ma in un paese dove il neoliberismo si presenta come modello di progresso e lotta contro la povertà e conferma invece di essere un sistema di repressione e morte.

Share