Acrobax Project
Sabato 31 Maggio | Presentazione di 'Uomini e Piante', di Lucilla Zanazzi

Sabato 31 Maggio | Presentazione di ‘Uomini e Piante’, di Lucilla Zanazzi

Presentazione del libro di Lucilla Zanazzi  ”UOMINI E PIANTE Le passioni dei collezionisti del verde. Postfazione di Andrea Di Salvo. DeriveApprodi Editore 2013

Sabato 31 maggio ore 18.30 presso lo spazio tunnel del LOA Acrobax
Via della vasca navale, 6

link: www.deriveapprodi.org/2013/04/uomini-e-piante/

Partecipano: Giardinieri Sovversivi Romani Giardinieri Sovversivi, Lucilla Zanazzi (Dalia Sfiorita) e Andrea Di Salvo

Share
Sabato 17 maggio | Manifestazione nazionale

Sabato 17 maggio | Manifestazione nazionale

Appello per la costruzione di una manifestazione nazionale il 17 maggio

BASTA AUSTERITA’! BASTA PRIVATIZZAZIONI!

ACQUA, TERRA, LAVORO, REDDITO, CASA, BENI COMUNI, DIRITTI SOCIALI E DEMOCRAZIA IN ITALIA E IN EUROPA

Una nuova stagione di privatizzazione dei beni comuni, di attacco ai diritti sociali e alla democrazia è alle porte.

Se la straordinaria vittoria referendaria del 2011 ha dimostrato la fine del consenso all’ideologia del “privato è bello”, e se la miriade di conflittualità aperte sulla difesa dei beni comuni e la difesa dei territori suggeriscono la possibilità e l’urgenza di un altro modello sociale, la crisi, costruita attorno alla trappola del debito pubblico, ha riproposto con forza e ferocia l’ideologia del “privato è obbligatorio e ineluttabile”.

Share
Sabato 17 Maggio | La "Questione Orientale" - Verità e mistificazione mediatica intorno alle foibe

Sabato 17 Maggio | La “Questione Orientale” – Verità e mistificazione mediatica intorno alle foibe

Il Circolo Anpi Renato Biagetti di Roma vi invita ad una giornata dedicata ad un approfondimento e dibattito sull’annosa Questione Orientale.
Lo faremo insieme ad Alessandra Kersevan – Storica – e il Collettivo Militant.
A seguire, “Drug Gojko”, le vicende di Nello Marignoli, classe 1923, gommista viterbese, radiotelegrafista della Marina militare italiana sul fronte greco – albanese e, a seguito dell’8 settembre 1943, combattente partigiano nell’Esercito popolare di liberazione jugoslavo.

h. 18 “Questione orientale” – Verità e mistificazione
Interverranno:
– Alessandra Kersevan, storica;
Collettivo Militant;
Modera
– Circolo Anpi Renato Biagetti.

h. 19 Apericena a sostegno del Circolo Anpi Renato Biagetti.

h 21 “Drug Gojko”, Compagno Gojko – spettacolo in forma di monologo con Pietro Benedetti

Share
Venerdi 16 Maggio | 20 anni di EZLN. Concerto Militant A, Serpe in seno, La furia!

Venerdi 16 Maggio | 20 anni di EZLN. Concerto Militant A, Serpe in seno, La furia!

1994-2014: 20 anni di resistenza e costruzione quotidiana di autonomia, una riflessione sulla situazione attuale zapatista attraverso i racconti dell’ escuelita zapatista “la libertad segun los y las zapatistas”

H 16-18 merenda e lettura di fiabe zapatiste per bambini

H 18 Dibattito: 20 anni di EZLN

A seguire:
Cena a cura de La Cucinodroma

e concerti dalle 22 con

Laboratorio Hip Hop Roma Meticcia | Stay Real Roma | Serpe in Seno | La Furia! | Rapnoize | Militant A (Assalti Frontali) presenta: Soli contro tutto romanzo non autorizzato

la serata è a sostegno del progetto La popolare palestra indipendente

http://lapopolare.noblogs.org/

Share
8-29 Maggio | Tutti i giovedi della Lunfarda

8-29 Maggio | Tutti i giovedi della Lunfarda

Tornano, dall’8 di maggio, le serate alla Lunfarda.
Tutti i giovedì di Maggio dedicati ai Saperi&Sapori, iniziative per una convivialita’ sovversiva!

Giovedì 8: Milonga con duo live
Giovedì 15: presentazione del birrificio artigianale Math
Giovedì 22: serata di Tango con lezione dimostrativa
Giovedì 29: session acustica dal vivo con Citizen Kane

Share

#12A tutti liberi!

Stamattina, 5 maggio, si è svolta l’udienza del Tribunale delle Libertà per i 4 compagni arrestati durante le violente cariche al corteo dello scorso 12 aprile in prossimità del ministero del lavoro e delle politiche sociali di Via Veneto dove era stato da poco presentato l’infame decreto Poletti, cosiddetto Jobs act.

I 4, tutti incensurati e per lo più feriti e contusi, sono stati inizialmente obbligati agli arresti domiciliari con pesanti restrizioni aggiuntive che hanno limitato la possibilità di ricevere visite e persino di comunicare telefonicamente o tramite web.

Finalmente con l’udienza di oggi le istanze dei legali della difesa sono state accolte e l’ordinanza che imponeva gli arresti domiciliari è stata annullata.

Un saluto a Simon, Ugo, Matteo e Nico che ritornano nelle strade.

Un pensiero ed un abbraccio resistente ai tanti e alle tante private in vario modo della propria libertà personale, dall’obbligo di firma quotidiano fino al carcere e all’isolamento.

Libertà per tutt*, Libertà di movimento

Share

Lunedì 5 Maggio ore 9.30 | Presidio solidale @Tribunale di Roma Piazzale Clodio

Dopo la manifestazione del 12 Aprile attualmente 4 ragazzi sono ancora agli arresti domiciliari, come disposto dal Gip durante gli interrogatori di convalida. Per tutti quanti è stato disposto il divieto di comunicazione con l’esterno, e solo uno di loro è stato autorizzato a frequentare le lezioni poichè studente liceale. Lunedì 5 Maggio alle ore 9.30 si terrà il riesame delle misure cautelari e saremo per questo in presidio a piazzale Clodio poichè con le accuse di resistenza e lesioni da oltre venti giorni questi ragazzi stanno pagando il prezzo di aver scelto di scendere in piazza insieme ad altre migliaia e migliaia di persone, di non accettare inermi la devastazione delle loro vite.

Le tante piazze piene il Primo Maggio in molte città italiane, la resistenza e la tenacia con cui tante e tanti hanno affrontato sgomberi di occupazioni abitative, cariche ai cortei, arresti, ci mostrano con sempre più evidenza che Simon, Ugo, Matteo e Nico non sono soli. In tutto il territorio nazionale quotidianamente migliaia di uomini e di donne scelgono di non accettare più di abbassare la testa, di non credere più alle false promesse che vengono dai nostri governanti, di non accontentarsi di qualche briciola elargita dal capo del Governo per riuscire a mandare giù una pillola che parla di precarietà, tagli al welfare, distruzione di una qualsiasi prospettiva di futuro.

Per questo continueremo a mobilitarci, a partire dal vicino corteo cittadino del 12 Maggio a Roma fino al corteo a Torino in occasione del vertice europeo sulla disoccupazione giovanile che ci sarà l’11 Luglio.

Il 12aprile c’eravamo tutt@

Share
9 Maggio | Paesani sovversivi. Le radici rurali e selvagge del soggetto sessantottino.

9 Maggio | Paesani sovversivi. Le radici rurali e selvagge del soggetto sessantottino.

Presentazione “La gamba del Felice”, di S. Bianchi

“Paesani sovversivi. Le radici rurali e selvagge del soggetto sessantottino”. Nanni Balestrini e Sergio Bianchi presentano La gamba del Felice, di Sergio Bianchi. Ore 19.00 presso il LOA Acrobax a Roma; a seguire cena Cucinodroma Bio Trattoria.

Il romanzo di Sergio Bianchi è la descrizione in vitro, passo per passo, delle fasi di un processo che ha un nome e una data: il Miracolo economico italiano, il mitico Boom che alla fine degli anni ’50, che esplode come un virus inarrestabile, proliferando attraverso le piane e le valli cisalpine e cispadane, travolgendo ovunque costumi e consuetudini, tradizioni locali e tabù cattolici, mentalità e dialetti… Una scrittura nominale, concreta, materiale, «parlata», una struttura per quadri, una coralità di microstorie. Una punteggiatura secca, battente, senza virgole. Una parola che sembra discendere da un altro tempo.

Share
Il Primo Maggio non si deve lavorare! contro la precarietà #madeinEataly

Il Primo Maggio non si deve lavorare! contro la precarietà #madeinEataly

Ore 12 pm presidio davanti ad Eataly

Il primo maggio è la giornata internazionale dei lavoratori, una giornata storica che ricorda le dure lotte per i diritti negli Stati Uniti. MayDay MyDay, Primo Maggio precario sono le parole comuni che rimbombano da diversi anni nelle strade in Italia trasformando la data storica non in una rituale ricorrenza ma in un momento forte e simbolico delle lotte contro la condizione di precarietà sociale e lavorativa.

Share
25 aprile, Roma: noi non siamo Pacifici, tantomeno pacificati

25 aprile, Roma: noi non siamo Pacifici, tantomeno pacificati

Il 25 Aprile non è una ricorrenza: ora e sempre Resistenza

Comunicato Antifascisti e Antifasciste di Roma Sud

La giornata del 25 aprile per noi ha sempre significato un momento importante di memoria della resistenza partigiana, ma soprattutto, di riaffermazione delle lotte e delle resistenze che oggi si attivano sui territori. Questo uno dei motivi per cui, come antifascisti di Roma sud, avevamo deciso di non prendere parte ad un corteo che da diversi anni ha rinunciato a ad esprimere posizioni politiche, di parte, partigiane. Un corteo che nella retorica delle istituzioni nate dalla resistenza è arrivato persino ad invitare l’allora presidente della regione Lazio Renata Polverini. Quest’anno volevamo partecipare al corteo antifascista e antirazzista che ha attraversato il quartiere di Centocelle con i contenuti che per noi, oggi come ieri, restano vivi nelle lotte di ogni giorno.

Share