Renoize 2017 Acrobax Project
5 Maggio | Presentazione del nuovo album dei BARACCA SOUND!

5 Maggio | Presentazione del nuovo album dei BARACCA SOUND!

sabato 5 maggio 2012 dance hall finale della
***MILLION MARIJUANA MARCH ITALIANA***

BARACCA SOUND SYSTEM meets
ERBAPIPA POSSE (Sud Italia)- GINKO (Roma Villa Ada)

Grossa dance hall con sound system potenziato..per una serata indimenticabile con le nuove tracce del baracca sound ancora una volta in uno spazio occupato e liberato della città.

Il CD è composto da ben 18 tracce!! autoprodotto, registrato e mixato nel Baracca Studio con le nuove attrezzature acquistate grazie ai partecipanti del Romamuffin 2011. Un album infinito della durata di oltre 65 minuti in cui si è cercato di mantenere intatte le sonorità roots proprie degli anni 70-80. La maggior parte dei riddim sono stati digitalizzati direttamente da vinili originali; non vi aspettate la pulizia e la precisione digitale di questi ultimi anni, ascoltando questo lavoro sembra di essere immersi con mente e corpo davanti una colonna di un sound system. Il lavoro è sotto licenza COPYLEFT (no siae no copyright) ed è in omaggio all’ ingresso come ormai da tradizione Baracca.

Per la speciale occasione siamo orgogliosi di avere al nostro fianco due realtà di assoluta importanza a livello nazionale che hanno contribuito in maniera rilevante alla crescita del movimento Reggae antifascista, antirazzista contro l’ omofobia, le lobby finanziarie e religiose, per la dignità dell’ essere umano e il rispetto della natura. A loro va il nostro massimo rispetto per il lavoro fatto e che continuano a proporre con umiltà, professionalità, partecipazione, socialità….
Come di consueto la serata sarà arricchita dai coktail nel GOOD MOOD Corner

INGRESSO 6 EURO (compreso di CD)!!!!

Loa Acrobax Ex Cinodromo della capitale Via della vasca navale 6 ponte marconi – ROMA

Share
Focus | Roma, 15 ottobre 2011

Focus | Roma, 15 ottobre 2011

Il 15 ottobre è stata una giornata fatta vivere da centinaia di migliaia di persone che si sono mobilitate contro la crisi e l’austerity. In questa partecipazione emerge la volontà determinata di cambiare, di trovare strade alternative alle ricette della banca europea e un tentativo di prendere parola in prima persona.

San Precario

La parte di corteo sotto le “insegne” di San Precario e Santa Insolvenza è stata costruita in assemblee pubbliche con centinaia di persone, con delegazioni di 15 città, dal nord al sud dell’italia, con migliaia di precarie/e, migranti e studenti. Immaginata e realizzata all’interno della rete degli Stati Generali della Precarietà che sta puntando alla realizzazione dello sciopero precario, di cui l’Hub Meeting di Barcellona è stato un momento fondamentale (leggi la dichiarazione finale del meeting); rete che ha anche preso posizione dopo il 15 ottobre in solidarietà con il movimento italiano.

San Precario, a cui molte realtà si sono unite direttamente in piazza della Repubblica, ha dato vita ad alcune iniziative di comunicazione, da quella all’albergo Exedra-Boscolo fino all’occupazione del Foro Romano, ma di certo non ha avuto nessuna regia di una presunta escalation del livello di scontro raggiunto dalla manifestazione.

San Giovanni

Da parte delle forze dell’ordine c’è stata una gestione intenzionalmente mirata a dividere definitivamente il corteo, con cariche generalizzate da via Labicana dove il nostro spezzone è stato caricato alle spalle, fino a piazza San Giovanni, con l’accanimento su manifestanti inermi e caroselli dei blindati lanciati addosso alla gente. A questo migliaia di persone hanno risposto opponendo una tenace resistenza esprimendo una parte sostanziale di quella rabbia che vediamo ogni giorno crescere di fronte ad una insopportabile precarietà della vita intera.

Le reazioni

Nei mezzi di comunicazione, nei giorni successivi, è partita una superficiale lettura di questa giornata a cui, purtroppo, molti esponenti politici danno conferma costruendo sulle spalle di alcuni un capro espiatorio. Una gran confusione che crea un mostro mediatico da sbattere in prima pagina. Un clima che ancora oggi permette che gli arrestati restino in carcere preventivo per reato di “legittima resistenza” (vai alla petizione “15 ottobre: liber* tutt*“)

Repubblica: “I nuovi brigatisti”Su Maroni che riferisce alla cameraRepubblica su AcrobaxAcrobax rettifica Repubblica.it Catarci presidente XI municipio

Comunicati e prese di parola nel movimento

Il nostro 15 ottobre: un punto di vista precarioLaboratorio Acrobax – Intervista di Acrobax al Manifesto Sono un acrobata… –  Coordinamento cittadino di lotta per la casaTimeOut Bologna  – San PrecarioOfficina 99 e antagonisti campani Attivisti indipendenti di BariMilitant Centri sociali di MilanoL38 SquatAll Reds RugbyRetelettere RomaTre Collettivo Fuorilegge RomaTre  –  Generazione PrecarianEXt EmersonReality Shock Connessioni PrecarieHub Meeting, comunicato al movimento italianoRadio Onda RossaKnowledge Liberation FrontSofiaRoney laboratorio filosofico

Altri interventi e dibattiti

Roma, il racconto di un autonomo: “Niente comizi, la piazza si conquista”

Una generazione nata precaria, mentre scompare la mediazione

Intervento di Valentino Parlato

Dietro il passamontagna del 15 ottobre, di L. Caminiti

La forma corteo è finita, ce ne vuole un’altra di Girolamo de Michele | il Manifesto

Distruggere la paura, affermare il comune (di Uninomade)

Note sul 15 ottobre, di Toni Negri

Dibattito su Giap! di wumingfoundation

Share
21 Aprile. Achtung Banditen, zona infestata da partigiani

21 Aprile. Achtung Banditen, zona infestata da partigiani

MILITANT PRESENTA:
ACHTUNG BANDITEN, ZONA INFESTATA DA PARTIGIANI

Sabato 21 aprile 2012 presso il L.O.A. Acrobax, a ridosso della Festa della Liberazione, il Collettivo Militant presenta la prima edizione di “Achtung Banditen, zona infestata da partigiani”.
Una festa musicale all’insegna dei valori della resistenza e dell’antifascismo.

La serata vedrà i Punkreas in concerto, presenti come headliner, per la promozione del nuovo disco “Noblesse oblige”. In apertura ci saranno due gruppi romani: Airesis e Rancore. Terminato il concerto la festa continuerà fino a notte fonda grazie alla consolle del Toretta Stile.
La serata sarà dedicata alla memoria di Rosario Bentivegna.
Parte dell’incasso sarà di benefit per le spese legali dei compagni.

In concerto:

Ore 21.00 AIRESIS: www.airesis.org
Ore 21.30 RANCORE: www.myspace.com/rancoreband
Ore 22.00 PUNKREAS: www.punkreas.net
Ore 00.30 TORETTA STILE

Dopo quattro anni di silenzio discografico e ormai venti di indignazione, i Punkreas tornano sulle scene per dirci che, purtroppo, nulla è cambiato se non in peggio. Da sempre pionieri di un punk rock tra i più freschi non solo del nostro paese, ma anche al di fuori dei confini, la band lombarda si è evoluta senza perdere un briciolo della propria integrità e “Noblesse Oblige” non fa che ribadirlo in modo molto chiaro.
Ore 00.00 TORETTA STILE Girl Groups/Sixties Diamonds/80’s Wave’n’ Elecropop/Punk Rock & more.
TORETTA STILE A Roma da anni è un evento che raccoglie migliaia di persone. I Djs Luzy & CorryX, con le loro selezioni musicali, conducono il pubblico in un viaggio attraverso gli anni 60 (Surf, Beat, Northern Soul), gli anni 70 (70 Funk’n’Disco), gli anni 80 (New Wave, Electropop), arrivando ad oggi, con divertentissime divagazioni “trash” (Itagliani, Soundtracks).

INGRESSO 8 €

Share
CinoJazz

CinoJazz

L.O.A. Acrobax presenta CinoJazz 2012!

Anche quest’anno l’ex cinodromo della capitale ospita un’importante rassegna al di fuori dei circuiti abituali del jazz romano. Quattro date in cui musicisti e compositori si alterneranno, con jam session e concerti, a degustazioni culinarie accompagnate da ottimi vini.

CinoJazz offre tempo per gustare abili artisti e crea spazio per affermare nuovi talenti.

Tutte le serate inizieranno alle 20 con i laboratori jazz e gli aperitivi, quindi vi aspettiamo all’ ex Cinodromo della capitale

via della vasca navale, 6 Roma – Ponte Marconi.

 

13 Aprile 2012

FRESH FISH TRIO guest Tittarelli & Lento

(Marco Valeri_drums | Luca Fattorini_bass | Domenico Sanna_piano)

Il nome della band esprime bene la loro logica musicale, sempre alla ricerca di nuovi stimoli e sensazioni che possano ispirare musica “sempre fresca”. Tutti e tre gli strumentisti sono quasi contemporanei, il che aiuta la loro coesione e la loro esperienza artistica a cavallo tra la ricerca, l’osservazione e la sperimentazione. Una delle caratteristiche più originali del sound di questo trio proviene dall’uso del Fender Rhodes, suonato da Domenico Sanna, che spinge questo ensemble in stile session verso una musica propulsiva e ascensionale tendenzialmente innovativa, attraverso la quale si riconoscono influenze moderne come la musica elettronica, la jungle e l’R’n B. Policromo e variopinto il repertorio musicale proposto, spaziando da brani originali a interpretazioni di vecchi standard della canzone americana e, ovviamente, del jazz con composizioni di Maestri quali Thelonious Monk e John Coltrane.

Ospiteranno Il sax di Daniele Tittarelli, uno dei nuovi talenti più apprezzati del jazz nazionale, e la Tromba di Francesco Lento.

 

20 Aprile 2012

Monkey Jungle

Davide Richichi tromba, flicorno, voce, composizione, arrangiamenti

Marco Pace sassofono alto, soprano e baritono

Laura Salvati pianoforte

Marco Piersanti contrabbasso

Luca Pichi batteria

Il Monkey Jungle quintet nasce nell’estate del 2007 dall’incontro di cinque giovani musicisti romani uniti dalla passione per le composizioni di Charles Mingus e di Duke Ellington. Partendo dai brani di questi due musicisti il gruppo inizia a elaborare un proprio particolare suono che trova il suo naturale sviluppo nelle numerose composizioni originali del trombettista Davide Richichi.

 

27 Aprile 2012

Trio Filante & Fioretto

il trio “Filante” costituito di recente da Davide Grottelli (sax tenore, sax soprano ricurvo ed elettronica), Francesco Mazzeo (chitarra elettrica+loops+effetti), Alessandro Gwis (tastiere ed elettronica), musicisti di diversa estrazione che vantano ciascuno esperienze maturate all’interno di varie formazioni e un interesse affine per la sperimentazione ed il jazz elettronico, legato alla musica “popolare” e mediterranea. Presenteranno le loro composizioni caratterizzate da improvvisazioni collettive e da una ricerca musicale che ritrova nella melodia e nell’incastro ritmico la sua unità. Con l’aggiunta di “Fioretto” alla batteria e percussioni, cioè il grande Ettore Fioravanti, si creera’ una grande varietà d’atmosfere, sempre evocative, coinvolgenti e…divertenti.

 

4 Maggio 2012

Najma Jazz Group

Marta Neri voce

Francesco Mazzeo chitarra elettrica

Marco Loddo contrabbasso

Armando Sciommeri batteria

& More……………

Concerto con i docenti della scuola Najma

Share
6 Aprile. Anthony Rother @ Loa Acrobax

6 Aprile. Anthony Rother @ Loa Acrobax

LOA ACROBAX & TRUCKSTOP 76th records PRESENTANO: ANTHONY ROTHER (datapunk).
Ascoltando Anthony Rother dal vivo è facile rimanere impressionati dalla semplicità e dall’efficacia con la quale riesce a mescolare il suono elettronico e l’energia di un gruppo punk ‘77.
Ripercorrendo le tappe della storia di Rother, bisogna risalire al 1998, anno in cui compone la sua prima traccia ispirandosi alle opere del regista culto John Carpenter: è da qui che entra prepotentemente nella sua testa l’idea che le suo produzioni debbano portare “emotions and statements”.
Il passaggio successivo è l’incontro con Heiko Laux, fondatore di un’etichetta fondamentale nell’underground la Kanzleramt Records: insieme a lui nascono le prime uscite discografiche, tra cui è sicuramente degna di nota “Sex with the machines”, la più conosciuta ed apprezzata. Successivamente fonda la sua etichetta personale, PSI49NET , con la quale pubblica i remix di alcune tracce dei Kraftwerk, ottenendo ancor più visibilità nel settore dell’electro-techno internazionale.
Entra successivamente a far parte della scuderia di Sven Vath, rappresentato in tutto il modo dalla prestigiosa Cocoon Records: la consacrazione vera e propria avverrà quando Sven gli chiede di produrre 4 traccie per il suo album “Contact”….

la sua performance sarà affiancata da altrettanti dj importanti e da due band che apriranno la serata :

– VORTEX KLUB (techno shaman music)
– PH-ARM (just 1 music)
– Miss LOONY (missanthropeakpj)
– ICEONE (truckstop 76th)
– Mr.3P (truckstop 76th)

– PH-ARM
http://www.myspace.com/ph-arm
www.myspace.com/ph-arm

Il progetto PH-ARM nasce nel 2009 dall’unione di quattro musicisti della scena romana con background musicali diversi, creando un genere dalle tante influenze ma posizionato nella cerchia della drum and bass, dubstep ed elettronica.
I PH-ARM sono una band, hanno un cantante, un bassista, un dj e un batterista. Nonostante ciò, la loro versatilità ha permesso di esibirsi anche in dj-set aprendo concerti di molti artisti internazionali come: Pendulum, Cyberpunkers, G-Tronic, Dave Clarke, Logistics, Zombie
Disco Squad, Pink is Punk, ect.
Nel 2010 hanno prodotto il loro primo album intitolato “ph-arm” che ha permesso di accedere nei migliori club romani durante la stagione invernale 2011 ed esibirsi in band live: Black Out, Locanda Atlantide, Brancaleone, csoa La Strada…
Nell’estate 2011 hanno partecipato al programma “Sala Prove”, in onda su Rock Tv (Sky -Canale 718), in merito all’edizione dell’Heineken Jammin’ Festival Contest 2011, concorrendo nella fase finale che dava accesso al palco del festival di Mestre (VE).

Componenti:
Vittorio Cipriani detto Victor – Voce
Marco Ibba detto Press – Basso/Voce
Alessandro Scappito detto Alex Von Martin – Dj
Riccardo Minucci detto Ricky – Drums

-VORTEX KLUB

Il Vortex Klub nasce dalla collaborazione tra tre musicisti della scena underground bolognese.
machno: batteria – gianni placido:didjeridoo – peter enkson aka enk:macchine.
Lontani dalla forma traccia, propongono un set di improvvisazione totale dalle sonorità che vanno dalla acid alla organic techno.

“la canzone del tecno-ribelle suona per i mutanti del teknovortex-club, scatenàti nella pista numero 13 per un’altra nottata dell’apocalisse metropolitana; La canzone del tecno-ribelle risuona dagli angoli della periferia del 6°livello…esce dai ghetto-blasters delle gangs di quartiere, nell’attesa che qualche figlio di papà sbagli strada. La canzone del tecno-ribelle è la colonna sonora di tutti i punti di resistenza cyberpunk…l’accompagnamento ideale per surfare nel cyberspazio. La canzone del tecno-ribelle è l’inno dei sognatori in viaggio iper-lisergico…ora si sentono pronti a lanciare messaggi illuminati alle umanità di domani!!! (The tekno vortex…It’s the tekno class-war baby…I wanna a city riot now…it’s the tekno-shaman-muzak babe)”

professor bad trip -“Tecnorebelsong”1994

– ICEONEakaSEBYSTARDUST ( Truckstop76th records ) djset
soundcloud.com/iceone
http://www.youtube.com/sebystardust

Nasce a Torino e il suoi principali mezzi espressivi, fin dall’ infanzia, sono la Musica, il Ritmo e il Rumore…la sua attività di dj inizia nell’ 82 a soli quindici anni.. e già nell’ 83 incomincia a far risuonare il suo nome in tutta italia, come pioniere di serate solo hip hop o electrofunk.. Le sue produzioni e le sue selezioni musicali spaziano dall’ Hip Hop classico a quello sperimentale, e passano dalla Dubstep all’ Electro , dal Break Beat al Tech-Rock, dal Funk al Rare Groove in un Trip di sonorità sempre evocative tendenti al Dark e all’oscurità… Uno dei suoi Dj Set più famosi è “Iceone vs Dj Sensei – The Beat Traveller”. La caratteristica principale di questo oramai decennale dj set, in continua evoluzione, è quella di partire dagli 80 bpm fino ad arrivare ai 160bpm in un mix di generi il cui comune denominatore è la potenza dei ritmi e dei suoni,Produce principalmente Hip Hop, Breaks, Rocktron, Dubstep, Electro e Colonne Sonore……Ha collaborato in varie forme (remix, produzioni, coproduzioni e concerti etc.) con i seguenti artisti : Fingernailz, Brotherhood Of Atlach Nacha, Fluydo , Miss Tico, Almamegretta, Lady Coco, Frankie Hi Nrg , Colle der Fomento, Otto Ohm, Niccolo Fabi, SoulStruggle, Tiromancino, La Comitiva, Riccardo Sinigallia, Malaisa, 99Posse, Assalti Frontali, Luca Cucchetti, Giancarlino, la Pina, Michael Allen, Andrea Endi, Lord Madness, Piotta, Dj Stile, Julie P, Flaminio Maphia, Duke Montana, Esa, Blindosbarra , Massimo Nunzi , Alea, Roggy Luciano, Ustmamò, Elisa, Franco, Nocca , Cristopher Anton, Gillo, Tying Tiffany , Captain Mantell, Buckshot , Sadat X etc. etc. I suoi pezzi sono spesso stati scelti per essere inseriti in colonne sonore di Films tra cui : Torino Boys (Manetti Bros), Paz (Film di Renato De Maria dedicato ai personaggi di Andrea Pazienza), Le Amiche del Cuore (Michele Placido), Amatemi (Renato De Maria), Six Little Songs (Akira Ifukumi)…. Nel 1998 vengono scelti alcuni suoi brani per diventare parte della colonna sonora di un edizione speciale con cd di “XIII”, fumetto cult ora trasposto anche nella versione cinematografica. Nel 2004 un suo pezzo “Musica Grande” , pubblicato con il suo alter ego Dj Sensei è stato scelto dalla Electronic Arts per essere incluso nella colonna sonora del famosissimo videogioco Fifa 2004 (Pc/Playstation/X-Box/Nintendo GameCube/Nintendo DS) insieme ad artisti del calibro di Asian Dub Foundation, Dandy Wharols, Radiohead, Stone Roses, Underworld, Timo Maas, Tosca etc.Ha suonato in grandi manifestazioni tra cui il festival Jazz di Montreaux, P.I.M. (Premio Italiano Musica), Premio Tenco, Match Music Festival at Arena di Verona, Eventi Nike, Eventi X-Box, Eventi ITF, Varie edizioni di “Amore” ( capodanno alla Fiera di Roma), Arezzo Wave etc etc.Iceone è conosciuto anche con altri alter ego: Dj Sensei, Electro Disciples, Cymatic ed infine Seby Stardust.
Nel 2011 ha fondato una sua etichetta musicale che si chiama “The Beat Traveller” ed è anche membro ufficiale della prestigiosa etichetta di musica elettronica truckstop 76th.

– Miss LOONY ( missanthropeak pj ) djset
http://www.electrode.it/
http://www.facebook.com/pages/Miss-Loony/313150822063198

Miss Loony aka Jordi da sempre attiva nell’organizzazione di eventi musicali, si forma e nasce come dj nella seconda metà degli anni novanta all’interno del Forte Prenestino dove è dj resident per oltre un decennio. Nel 1999 fonda “Eva Kant dj project” un progetto tutto al femminile che segna una tappa fondamentale e rappresenta un’esperienza veramente significativa nel movimento techno underground romano e non solo di quegli anni.
Nel tempo Eva Kant si scinde in diverse progettualità e nel 2006 Miss Loony insieme ad un’altra dj KillingZoe fonda MissAnthroPeak Pj. Con il nuovo progetto è un susseguirsi di interessanti ed incisivi eventi dove la scena è gestita unicamente da donne coinvolgendo comunque sempre un pubblico eterogeneo, ricordiamo tra le molteplici iniziative Shake the Desease e TechnoMantika.
La sua musica è un mix di sonorità techno e il suo stile è molto diretto e pulito. Negli anni ha diviso il palco con nomi del calibro di Ellen Allien, Vitalic, Ivan Smagghe, Motor ,Extrawelt, Anthony Rother, Xenia Beliayeva, Max Durante, Franz&Shape…..and more….. e portato la sua musica in molte città d’europa fino ad arrivare anche in Giappone.
Miss Loony è tra gli ideatori ed organizzatori di “ELECTRODE” Festival Indipendente di Musica Elettronica che si tiene al Forte Prenestino a Roma.

– Mr.3p ( Truckstop76th.com ) djset
http://www.facebook.com/truckstop76th

Mr3P è il fondatore insieme a Nrn dell’ etichetta indipendente Truckstop76th e componente del duo Seventysix. La sua attività di dj ha ormai quasi raggiunto il ventennio,nasce all’ interno del leggendario movimento degli illegal rave romani degli anni 90, dove partecipa attivamente sia come dj,dividendo il palco con artisti come LAURA GRABB,MUZIK,SOMATIC RESPONSES…, che come organizzatore dando vita alla crew Ostia Rioters e alla fortunata epopea di rave partYs conosciuti col nome di Plastik; una firma che lascia un segno indelebile nella storia del movimento cittadino.

Dopo aver partecipato ad alcuni episodi delle compilations DIY con un progetto chiamato ‘Audioresistance’, nel 2002 con NRN da il via all’ esperienza Truckstop76th: etichetta che, oltre ai sopra citati Seventysix, pubblica negli anni Max Durante, Stealther,Deka,Daniele Zandry e Valerio Maina,ma anche collaborazioni sulla stessa con i ‘cugini’ della MINIMAL ROME label,iniziando anche a collaborare con artisti internazionali come SNUFF CREW ,THE MODEL, perseguendo coraggiosamente la scelta del vinile. Un nuovo capitolo musicale ch e si distingue immediatamente per un sound che fonde acid techno ad atmosfere dark electro restando indifferente ai trend passeggeri e diventando così sinonimo allo stesso tempo di attenzione alle proprie radici e di una personale evoluzione stilistica verso il futuro del dancefloor; ricetta questa che permetterà alla label di ricevere consensi da una buona fetta di scena underground europea.

Negli ultimi cinque anni,oltre ad aver suonato sia in versione dj(Mr.3p) sia in versione live (SEVENTYSIX), ha partecipato alla direzione artistica di Electrode festival che si svolge ogni estate nella cornice del Csoa Forte Prenestino e che negli anni e’ diventato uno dei piu’ grandi appuntamenti della capitale,guadagnandosi grandi attenzioni da tutta la scena elettronica europea.Negli anni divide il palco con diversi artisti internazionali del calibro di Anthony Rother, Vitalic, Extrawelt, Acid Junkies,Dexter,Beardyman,Dalek,ZU,Intherference I.F,Snuff Crew,Motor,The Model,Zombie Nation…ed anche con grandi nomi italiani come Lory D.,Marco Passarani,Paolo ‘zerla’ Zerletti,Andrea Benedetti,Leo Anibaldi e naturalmente con Max Durante ..Per quest’inverno sta lavorando sulle produzioni della TRUCKSTOP76th records, con gia’ in sordina una grande collaborazione con l’etichetta australiana BANG GANG per un’altro ‘split project’ dal sapore internazionale e, non da meno , in programma ci saranno tracce dei FRANZ&SHAPE e di ICEONE !!!!

Share
2 Aprile. A Roma Sud lo sport è popolare

2 Aprile. A Roma Sud lo sport è popolare

In una società che vuole lo sport asservito alla competizione e al profitto a tutti i costi, ci fermeremo a riflettere con alcune realtà territoriali su nuove idee che promuovano il diritto ad uno sport libero, popolare, aperto a tutti a tutte.

Modera il CSP Collettivo di Scienze Politiche
Intervengono: Ardita San Paolo, All Reds Rugby, All Reds Basket, La Popolare- palestra indipendente, team box roma XI municipio

ORE 13 PRANZO SOCIALE
ORE 16.15 INIZIO DELL’INIZIATIVA

Facoltà di scienze politiche Roma Tre – Aula A
Via gabriello chiabrera 199, Metro B San paolo

Share
30 Marzo. Compleanno Renoize Project

30 Marzo. Compleanno Renoize Project

Il 30 marzo Renoize project compie 4 anni, 4 anni di rabbia e amore, 4 anni di fatiche, di ansie, di difficoltà e di soddisfazioni, perchè siamo ancora qui e da qui non ci muoveremo.

con Renato e Antonio nel cuore

Buon compleanno Gorilla, bonobi, scimmiette, orango e gibboni

dalle 20.30 cena buonissima preparata da scimmioni specializzati dotati di pollice opponibile (esemplari rarissimi)

IN CONCERTO:

– KAOSFORCAUSE

– LACCATI E SFONATI

– RANCORE

– DJ SET THE MOOVER

sottoscrizione libera
per sostenere RENOIZE, progetto e sogno di Renato

Share
29 Marzo. La crisi economica nell’austerity (Dispositivi per l'Indipendenza)

29 Marzo. La crisi economica nell’austerity (Dispositivi per l’Indipendenza)

La crisi economica nell’austerity: la grande trasformazione tra la crisi del processo della valorizzazione capitalistica, la nuova composizione sociale al lavoro e i dispositivi di comando e governance politica ed economica.

– Introduce Rafael Di Maio – Laboratorio Acrobax

– Andrea Fumagalli, Prof. Economia Politica all’università di Pavia

Siamo oggi di fronte ad una crisi epocale, definita dall’interno della governance europea e dello stesso establishment del gotha finanziario internazionale  come crisi sistemica. Crediamo che alla base di ciò che “giornalisticamente” definiamo “crack finanziario” ovvero del processo economico formale costituitosi negli USA a partire dal 2007/2008, vi siano elementi fondamentali e caratteristiche profonde che vanno indagate. Potremmo accontentarci infatti del corollario della narrazione che la governance politica europea produce, come interpretazione della crisi, anche attraverso un nuovo vocabolario tecnico-governamentale, come ad esempio lo spread  (tasso di differenza interno alla misura di un valore particolare – che però determina la direzione generale delle politiche economiche di Stati o interi mercati comunitari integrati come appunto la Comunità Europea).
Facendo tesoro della riflessione di Marazzi e della sua cogente analisi sulla crisi finanziaria relativamente al rapporto consustanziale tra economia e finanza, che potremmo definire quasi ontologico nell’odierno sistema di accumulazione finanziario, crediamo altresì che la crisi economica affondi le sue profonde radici dentro un senso, un nesso, specifico, interno ad un processo di disvelamento. Il divenire della crisi, complesso di  stratificazioni economiche, politiche e produttive, è per dirla con Braudel dentro un ciclo economico. Ve ne furono quattro: il ciclo genovese XV sec. quello olandese del XVII il ciclo inglese XVIII sec. e quello degli USA. Oggi l’ultimo è a chiusura di un percorso geo-stratecigo che lo ha visto effettivamente egemone negli ultimi due secoli e che volge inesorabilmente al termine. Siamo nel pieno di un processo di transizione, ad un salto di paradigma, caratterizzato anche da un’altra transizione quella del passaggio dall’economia industriale, al modello produttivo post-fordista.

Il nesso tra crisi e produzione, noi lo abbiamo rintracciato fondamentalmente nella crisi della misura del valore, nella crisi del processo di valorizzazione. Nella crisi della misurazione del lavoro e della produzione formale ovvero nella crisi tutta interna allo “sviluppo del capitalismo” mantenendo per dirla con il Panzieri delle “Lotte operaie e sviluppo del capitalismo” uno sguardo critico sulla visione progressista della storia e dello sviluppo del capitalismo.

Loa Acrobax
via della vasca navale, 6 [ponte Marconi] www.acrobax.org
www.indipendenti.eu

Share
Occupy arriva anche a Roma: #occupywelfare

Occupy arriva anche a Roma: #occupywelfare

#Occupy Welfare

venerdì 16 marzo >>> Via Veneto, 56 dalle ore 16

Mayday! Mayday! Entro il 23 marzo il governo tecno/autoritario ha intenzione di approvare la Riforma del mercato del lavoro! Dopo quella sulle pensioni (parola che ora sparirà dalvocabolario!), anche i diritti sul lavoro già calpestati dagli ultimi 15 anni di politiche di flessibilizzazione realizzate in maniera bipartisan si apprestano ad essere cancellati senza colpo ferire.

Sindacati e forze politiche non ci rappresentano e certo non ci difenderanno dal default dei diritti. Tra “paccate” di soldi – che sono briciole! – sorrisi e mediazioni, gli incontri con il governo vengono definiti da CGIL, CISL e UIL “utili e costruttivi”. Per chi?

Cominciano a prendere corpo le proposte innovative del “paccoFornero”: il contratto dominante ovvero il solito apprendistato che piace tanto ai sindacati per i contributi a pioggia sulla formazione professionale e alle imprese per la drastica riduzione dei salari. L’ ASPI (acronimo per Assicurazione Sociale per l’Impiego) che sostituisce le parziali indennità di disoccupazione e mobilità senza estenderne veramente la copertura a tutta la platea reale di beneficiari. Per chiudere, la ciliegina sulla torta, la flessibilità in uscita che suona veramente macabra di fronte alle centinaia di migliaia di posti di lavoro che si stanno perdendo nell’attualefase di crisi.

Con la lettera aperta al governo sul punto di vista precario, l’8 marzo è cominciata la campagna #occupywelfare: precarie e precari, con la complicità di San Precario, hanno occupato il ministero del lavoro riuscendo ad incontrare la Fornero. Da lì in poi per tutti i venerdì del mese di marzo scegliamo di continuare a portare il punto di vista precario sotto le finestre del ministero del lavoro.

Le parole della ministra, clandestinamente documentate attraverso il nostro materiale video durante l’incontro con le precarie, non ci accontentano! anzi si sommano alle offensive banalizzazioni che abbiamo sentito dal governo negli ultimi mesi: a chi chiede nuovi diritti e una vera redistribuzione della ricchezza attraverso il reddito di base e incondizionato non si può rispondere con la solita demagogia dei sacrifici per tutti. Sappiamo che la crisi non è uguale per tutti, ne tantomeno un dispositivo neutro.

8 e 9 Marzo, #Occupywelfare contro il pacco Fornero 

Cara Fornero la tua riforma sembra sempre più una dieta meditteranea di diritti per i precari e le precarie!

Non abbiamo nulla daperdere! #occupywelfare un mondo di diritti da conquistare!

Fermiamo la riforma del mercato del lavoro!

Share
16 Marzo BURNING HEADS and the REBEL ASSHOLES!!

16 Marzo BURNING HEADS and the REBEL ASSHOLES!!

    VENERDI 16 MARZO, TOUR EUROPEO 2012,

FARANNO TAPPA AL LOA ACROBAX DUE GRUPPI D’OLTRALPE TRA I PIU’ CONOSCIUTI NEL LORO GENERE
CONCERTO IMPERDIBILE DEGLI BURNING HEADS + REBEL ASSHOLES!!!

Pagina Facebook dell’evento

Share