#MaiConSalvini, Roma non ti vuole!

Sabato 28 Febbraio la Lega Nord ha annunciato una manifestazione nazionale a Roma. Giovedì 5 febbraio presso la Facoltà di Lettere della Sapienza si è tenuta una grande assemblea partecipata da almeno 300 persone che con forza entusiasmo e la ricchezza di numerosi interventi ha affermato che Salvini Roma non lo vuole! L’assemblea si è data appuntamento al prossimo 18 febbraio sempre all’Università la Sapienza per proseguire nella costruzione e nell’allargamento della mobilitazione del 28.

Sabato 28 Febbraio la Lega Nord ha annunciato una manifestazione nazionale a Roma. Giovedì 5 febbraio presso la Facoltà di Lettere della Sapienza si è tenuta una grande assemblea partecipata da almeno 300 persone che con forza entusiasmo e la ricchezza di numerosi interventi ha affermato che Salvini Roma non lo vuole! Che è Salvini il vero degrado di questa città, che la Lega Nord che ora punta sul populismo nazionalista e alle alleanze con casapound è stata responsabile delle scelte politiche e di governo per tutti i 20 anni di Berlusconismo che hanno ridotto l’Italia nelle condizioni in cui si trova ora, un progetto quello di Salvini assolutamente funzionale alle politiche del Governo Renzi, un messaggio quello di Salvini pericoloso, xenofobo, razzista, omofobo del tutto inaccettabile e irricevibile per tutte e tutti quelli che hanno partecipato all’assemblea del 5.

Un’assemblea alla quale ha partecipato la Roma antirazzista e antifascista, la Roma delle lotte sociali, degli spazi sociali, dell’associazionismo, la Roma che tutti i giorni resiste nei territori, nei posti di lavoro, nelle scuole, nelle università, nelle case occupate, alla crisi e alle politiche di austerity . Un’assemblea che ha lanciato una grande manifestazione che attraverserà il centro di Roma il prossimo 28 febbraio. Una manifestazione e un percorso unitario quello che parte da oggi e si vuole allargare ad una grande partecipazione per quel giorno. Il tutto attraverso una mobilitazione permanente da oggi al 28, che attraverserà i quartieri e che ci auguriamo valicherà i confini della nostra città per contestare Salvini a Roma e ovunque, come successo ieri all’Aquila, oggi a Teramo e come accadrà nei prossimi giorni a Palermo.

Per questo l’assemblea si è conclusa dandosi appuntamento al prossimo 18 febbraio sempre all’Università la Sapienza per proseguire nella costruzione e nell’allargamento della mobilitazione del 28.

Salvini Roma non ti vuole!

Fermiamoli! Il 28 febbraio tutte e tutti in piazza!

#maiconsalvini #romanonsilega

#MaiConSalvini, Roma non ti vuole!

Dopo aver governato il paese per anni,  imponendo sacrifici economici e attaccando i diritti di tutti, il partito di Salvini sta cercando di proporsi come soggetto politico nazionale, candidato a guidare l’opposizione al governo Renzi. Attraverso un discorso apertamente nazionalista e razzista, la Lega cerca di guadagnare voti anche in quei territori che ha da sempre insultato  e di spostare il dibattito politico dalle questioni sociali (come il diritto alla casa, i diritti dei lavoratori e la redistribuzione della ricchezza) a quelle identitarie e securitarie.

In quest’ottica si inserisce anche l’alleanza con Casa Pound, che dietro la maschera dei “fascisti del terzo millennio” continua ad utilizzare le tradizionali forme di violenza contro tutti coloro che ritiene “diversi” per orientamento politico, gusti sessuali o provenienza geografica. Tra i tanti episodi accaduti di recente, citiamo soltanto il più grave: l’assalto di 60 neo-fascisti armati di spranghe contro il Centro Sociale Dordoni di Cremona, che è quasi costato quasi la vita ad un compagno, Emilio, che versa ancora in condizioni gravissime.

Pensiamo che Roma non possa essere utilizzata come una passerella elettorale da personaggi che nel corso degli anni l’hanno continuamente denigrata, definendola “ladrona” e o anche peggio. A tal proposito, il nostro impegno deve essere quello di dare vita ad un processo partecipativo che sia al contempo capace di far vivere il rifiuto e la netta opposizione che la nostra città deve dimostrare in questa occasione. Salvini ed i suoi epigoni, siano essi ripuliti dagli scandali politici o da altre nefandezze di cui si sono macchiati lontani dai riflettori, non devono sfilare nel centro di Roma.

Per discutere dei contenuti e delle forme con cui costruire questa opposizione collettiva, per avviare una campagna aperta e inclusiva di tutti coloro che rifiutano con determinazione e senza mezzi termini la Lega Nord, invitiamo tutte e tutti ad un’assemblea pubblica che si terrà giovedì 5 febbraio alle ore 17.00 presso la facoltà di Lettere de La Sapienza.

#RomaNonSiLega

#MaiConSalvini

Share

I commenti sono chiusi.