La Grande abbuffata: lotte popolari contro precarietà, speculazioni e devastazioni

Incontro pubblico, mercoledì 2 aprile, ore 16, facoltà di lettere – Roma Tre

Se un territorio, le sue ricchezze e i suoi abitanti vengono scelti per entrare a far parte di un meccanismo economico finalizzato ad imponenti profitti, cosa accade? E quando ciò che dovrebbe essere nutrimento, il cibo, con il suo naturale corredo di cultura, storia e convivialità viene trasformato in un volano per quelle stesse operazioni speculative?

Di fronte a queste domande molti territori e comunità hanno trovato risposte valide e vincenti, a partire dall’organizzazione di comitati e lotte per difendere i propri diritti, per salvaguardare le ricchezze sociali e naturali e immaginare un’alternativa.

Questo è il caso dei Comitati No expo che, a Milano, si trovano a confrontarsi con l’ennesima grande opera finalizzata all’ennesimo grande evento EXPO 2015 e al suo tema trainante: il cibo.
Stesso processo ha subito e sta subendo il quartiere Ostiense: prima, ormai due anni fa, con la nascita di quella fabbrica di lavoro precario di nome Eataly, ora con i lavori infiniti per trasformare l’enorme porzione di territorio che ospitava gli ex Mercati generali nell’ennesimo polo commerciale che di nuovo specula sulla cultura e il brand del cibo made in Italy. Sempre con la stesa dinamica, che vede coinvolti sempre gli stessi attori, è previsto anche il progetto FICO, a Bologna. Un’altra grande opera che punta alla costruzione di un nuovo divertimentificio dedicato al cibo, una nuova speculazione in cui distruggere un tessuto territoriale, firmato dal patron di Eataly. Le dinamiche di sfruttamento intensivo del territorio e del lavoro precario, l’espropriazione di una cultura millenaria legata al cibo, sono i meccanismi che accomunano queste due grandi opere calate nelle metropoli di Roma e Milano, come altre in Italia.
Per questo riteniamo importante costruire un primo momento di discussione per conoscere e scambiare conoscenze ed esperienze, per immaginare lotte, per riappropriarsi dei nostri territori, delle nostre vite.

Incontro pubblico, mercoledì 2 aprile, ore 16, facoltà di lettere – Roma Tre (via Ostiense 234)
Introduzione:
studenti Roma3
LOA Acrobax
Intervengono:
OfftopicLab/Rete NoExpo (Milano)

Comitato foglia di FICO (Bologna)
Genuino Clandestino/terraterra 
Alexis occupato

 

Share

I commenti sono chiusi.